Nove Palestinesi arrestati dalle forze dell’ANP

Le forze di sicurezza dell’Autorità nazionale palestinese, ANP, hanno arrestato, nei giorni scorsi, nove cittadini palestinesi tra cui ex-detenuti, per la loro affiliazione politica.
A Jenin, il Servizio di sicurezza preventivo dell’ANP (PPS) ha arrestato il direttore del comitato cittadino per la Zakat, Ahmad Salatneh, e il suo vice Ibrahim Jabr, dai loro uffici.
L’ex prigioniero Rami Sharida è stato arrestato nel campo profughi di Salam, mentre accoglieva l’ex prigioniero Fazaa Sawafda dopo la sua liberazione dalle carceri israeliane.
Il prigioniero politico Misra Afaneh ha dichiarato lo sciopero della fame nelle carceri dell’ANP in segno di protesta contro la sua detenzione amministrativa.
Il PPS ha arrestato un giovane dal suo posto di lavoro a Salfit, e un altro ragazzo a Ramallah.
Due arresti sono stati condotti a Betlemme, tra cui un ex prigioniero, e altri due a Hebron, contro ex detenuti.
Nel frattempo, l’ex prigioniero Shadi Namura continua a essere detenuto da 155 giorni nel carcere di Gerico, sebbene vi sia un ordine del tribunale che ne decreta la liberazione.
infopal.it

Nessun commento:

Posta un commento